Sai leggere le etichette dei prodotti per la pulizia professionale? [Video tutorial]


I prodotti chimici che usi per la pulizia contengono tutti un’etichetta dove trovi il nome, descrizione, istruzioni per l'uso, il pH ed eventuali simboli di pericolo. Sapere come leggerla è fondamentale per evitare di rovinare le superfici, pericoli per la tua salute e dosaggi sbagliati che compromettono il risultato finale. 

L'importanza dell'etichetta

Saper leggere l’etichetta di un prodotto chimico è fondamentale per la tua sicurezza ed evitare errori che compromettono le pulizie stesse.

Non è sufficiente riconoscere il prodotto chimico per un nome comune "sgrassatore, disincrostante..." o con il colore "il prodotto giallo, rosso, blu..." ma è necessario sapere il nome esatto e la marca di chi lo produce o distribuisce. 

Quando vado in cantiere a fare consulenza, mi capita spesso di fare delle prove con dei prodotti per trovare la soluzione per pulire più idonea al contesto. Con me c'è sempre il capo cantiere e a volte alcuni operatori. Oltre a discutere assieme la soluzione di pulizia e come usare il prodotto nel modo giusto, analizziamo e leggiamo l'etichetta. È la parte più importante perché si trovano tutte le informazioni e precauzioni da avere prima di usare il detergente. Per semplificare dico che l'etichetta del detergente è come il bugiardino dei medicinali!

Mai un flacone o tanica deve essere senza etichetta. È obbligatorio che ci sia. Se devi travasare un prodotto da una confezione all'altra assicurati sempre di avere l'etichetta leggibile e con le giuste indicazioni. Trovo nei cantieri flaconi senza etichetta o con scritto “per vetri” - “per bagno” o altre cose. Oltre a correre rischi di sanzioni è un serio pericolo per il tuo collega che non comprende bene cosa ci sia dentro. Il rischio è di usare un prodotto sbagliato, di fare male il lavoro o di rovinare le superfici. 

Non è la prima volta che una persona muore o si intossica perché nel recipiente viene scambiata o manca l'etichetta. 

(Fonte: Il Messaggero)

5 aspetti che devi conoscere di un'etichetta di un detergente professionale

In un'etichetta dei detergenti professionali per le pulizie trovi solitamente queste indicazioni:

  1. Nome del prodotto: è il nome vero e proprio con cui viene identificato il prodotto (Rapido, Ruby, Sanny...). Oltre al nome è obbligatorio il nome del fabbricante con l'indirizzo. 
  2. Descrizione: sono riportate le indicazioni generali, che tipo di detergente si tratta. Possono essere descrizioni brevi di qualche parola o più dettagliate. 
  3. Istruzioni per l'uso, si dividono in:
    • Applicazioni: dove puoi usare e dove non devi usare il prodotto.  
    • Uso e dosi: la diluizione se è un concentrato o super concentrato e come usarlo per un'efficace risultato di pulizia. 
  4. pH: è un indicazione molto importante, una sorta di linguaggio internazionale. Il pH misura l'acidità o l'alcalinità di una sostanza. In un detergente ci fa capire di che tipologia di prodotto si tratta e che sporco va a rimuovere. Conoscere il pH è fondamentale per agire prontamente ed evitare di rovinare le superfici delicate.
    Cos'è il pH? Scoprilo con la "Scienza Divertente" - Metropolitan ...
  5. Simboli di pericolo: sono i pittogrammi del regolamento CLP per fornire informazioni sui danni che una sostanza o miscela può causare alla nostra salute o all'ambiente. Quindi conoscerli è fondamentale per indossare i DPI adeguati al prodotto che utilizzi. Non tutti i detergenti hanno i simboli di pericolo perché non sono considerati pericolosi. 
 
Saper leggere un'etichetta è importante, quanto come la scheda tecnica e di sicurezza del prodotto chimico. Fa parte del bagaglio di conoscenza di un professionista del pulito. Sono argomenti che approfondisco nei corsi della Clean Academy di Igena srl.
SCOPRI LA CLEAN ACADEMY